Qualche cenno sull'argomento:

PONTE FERROVIARIO SULLA LAMA SAN GIORGIO A NOICATTARO

È stato rilevato, presso Noicattaro (BA), un ponte costruito nel XX secolo. Esso dista circa 300 metri dal centro cittadino ed è raggiungibile in auto, percorrendo la Strada Provinciale N°94 – corso Roma. Il ponte, essendo stato edificato recentemente, presenta un buono stato di conservazione e condizioni di sicurezza ottimali. Esso possiede una forma inconsueta per la partizione degli archi: complessivamente vi sono quattro arcate di cui le due centrali più ampie e a tutto sesto rispetto a quelle laterali, ad arco ribassato e di dimensioni più ridotte. Il materiale da cui il ponte è costituito è quello proveniente dalle cave locali. Come in passato, ancora oggi il ponte è adibito a un uso ferroviario. Sulla sua superficie è visibile una croce, caratterizzata dalla scritta Inri, Jesus XPI passio. L’ecosistema di appartenenza è quello di Lama San Giorgio: ricco di specie vegetali e faunistiche molto varie. Uno degli aspetti più evidenti della biodiversità è la presenza di ben quattro specie di querce lungo il suo corso: il leccio (Quercus ilex), la coccifera (Quercus coccifera), il fragno (Quercus troiana) e la roverella (Quercus pubescens). L’ambito turistico di appartenenza è quello della Terra di Bari e della Valle d’Itria. Il paesaggio circostante è suggestivo. Infatti, dopo la visita al ponte, si consiglia di recarsi a Bari, Conversano, Polignano, Monopoli, Putignano, Castellana Grotte ed Egnatia e visitare le meravigliose masserie storiche.

Presenza vicina di attrattori turistici:

  • Centro storico di Noicattaro
  • Bari
  • Grotte di Castellana
  • Località balneari
  • Masserie storiche

RAILWAY BRIDGE ON THE LAMA SAN GIORGIO

It was identified, near Noicattaro (BA), a bridge dating back to the 20th century. It is about 300 m away from the city centre and it can be reached by car driving along the Provincial Road no 94 – corso Roma. Given that it has been constructed recently, the bridge presents a good preservation status and optimum security conditions. Its shape is unusual due to the arches’ partition: there are four arches in all, of which the two central ones that are wider and round while the side ones are segmental and smaller. The material used for the construction of the bridge comes from the local caves. Just as in the past, the bridge is used still nowadays as a railway bridge. On its surface it is possible to see a cross, characterized by the inscription Inri, Jesus XPI passio. The surrounding ecosystem belongs to the Lama San Giorgio area: there can be found a rich variety of plant and fauna species. One of the more evident aspects of biodiversity is the presence of four species of oak along its course: Holm oak (Quercus ilex), Kermes oak (Quercus coccifera), Macedonian oak (Quercus troiana) and Downy oak (Quercus pubescens). The touristic field to which it belongs is the one of Terra di Bari and of Valle d’Itria . The surrounding landscape is suggestive. In fact, once the visit of the bridge is completed, it is recommended to visit also Bari, Conversano, Polignano, Monopoli, Putignano, Castellana Grotte and Egnatia as well as the magnificent historic manor farms.

Presence of nearby tourist attractors:

  • Old town of Conversano;
  • Bari
  • Castellana Caves;
  • beach resorts;
  • Historical farms
Schede Tecniche
Beni Culturali
Geolocalizzazione
Scheda Riepilogativa
Video