Qualche cenno sull'argomento:

PONTE BORBONICO DI LAMA MONACHILE

 

È stato rilevato, nel centro di Lama Monachile – Polignano a Mare (BA) – nei pressi del ponte romano, un ponte borbonico. Il ponte domina l’insenatura che si apre sulla baia sabbiosa, secondo la tradizione vecchio porto “spiaggiato” dai veneziani nella prima metà del XVI secolo. A lungo erroneamente ritenuto tra le opere promosse da Gioacchino Murat (e dunque datato fra 1808 e 1815), grazie alle recenti ricerche di Carlo De Luca (2010), è stato possibile recuperare le corrette coordinate storiche di questo ponte. Il “ponte sul burrone” fu progettato nell’ambito dei lavori della nuova strada regia Consolare di Puglia che doveva collegare Bari a Lecce, voluta dal governo borbonico. Le sue condizioni di sicurezza, come il suo stato di conservazione, sono buone. L’ecosistema di appartenenza del ponte è quello della Murgia dei Trulli che, da un punto di vista geografico, si presenta come un esteso altopiano calcareo compreso tra la Terra di Bari, l’Arco Jonico tarantino, il Salento e il Mare Adriatico. Tuttavia lungo la costa, ad eccezione dell’imponente gradino murgiano, gli elementi di naturalità sono fortemente ridotti a scapito dell’agricoltura e dell’urbanizzazione. La figura territoriale della Piana degli Ulivi secolari ospita la maggior concentrazione di ulivi secolari e/o monumentali di tutta la Puglia. La costa appare prevalentemente rocciosa anche se con ampi tratti sabbiosi; tra questi ultimi spicca per stato di conservazione il tratto compreso tra l’abitato di Torre Canne e Torre S. Leonardo, caratterizzato da spiagge con ancora evidenti sistemi di dune e stagni retrodunali. L’ambito turistico di appartenenza è quello del Gruppo di Azione Costiera “Mare degli Ulivi” e della Costa Adriatica “Terra di Bari”. È possibile raggiungere il luogo in auto, in bicicletta e in treno. Dopo la visita al pinte, si consiglia di visitare con i percorsi cicloturistici guidati ove fosse possibile, le seguenti località: il ponte borbonico, il centro storico di Polignano a Mare, la fondazione Pino Pascali – Museo di Arte Contemporanea -, la spiaggia Bandiera Blu 2013, e l’abbazia di San Vito. Vista la bellezza del paesaggio e l’importanza storico-artistica dei luoghi circostanti, sono infatti stati attivati gli itinerari turistici inseriti nei Puglia Open Days-Arte di Puglia Promozione (visite guidate serali dal 1 luglio al 30 settembre) e l’itinerario cicloturistico “Pedalando il mare e la storia”.

BOURBON BRIDGE OF LAMA MONACHILE

It was found, in the center Monachile ravine – Polignano a Mare (BA) – near the Roman bridge, a Bourbon bridge. The deck overlooks the bay that opens onto the sandy bay, according to the old harbor tradition “stranded” by the Venetians in the first half of the sixteenth century. Long mistakenly considered among the works promoted by Joachim Murat (and therefore dated between 1808 and 1815), thanks to recent research by Carlo De Luca (2010), it was possible to retrieve the correct historical coordinates of this bridge. The “bridge over the ravine” was designed in the work of the new royal road Consular di Puglia that was to connect Bari to Lecce, wanted by the Bourbon government.Its security conditions, as its state of preservation, are good. The bridge belongs to the ecosystem of the Murgia of the Trulli which, from a geographical point of view, looks like an extensive limestone plateau between the Terra di Bari, the Ionian arch of Taranto,  Salento and the Adriatic Sea. However, along the coast, with the exception of the imposing Murgian plateau, the elements of nature are strongly reduced at the expense of agriculture and urbanization.The territory of the Plane of the Olive Trees is home to the largest concentration of ancient and/or monumental olive trees in the whole of Puglia.  The coast is mainly rocky, although large sandy tracts appear; among them, the stretch between the town of Torre Canne and Torre S. Leonardo stand out for conservation status, with dune systems and dune ponds still evident. It belong to the touristic Coastal Action Group “Sea of the Olive Trees”, together with the Adriatic Coast of “Land of Bari”.  It can be reached by car, bike or train.  After visiting the bridge, we suggest to visit the following sites (following, wherever possible, guided bike tours): the Bourbon bridge, the historic town centre of Polignano a Mare, the Pino Pascali – Museum of Contemporary Art Foundation, the Blue Flag 2013 beach, and the Abbey of San Vito. In view of the beauty of the landscape and the historical and artistic importance of the surrounding places, new touristic itineraries have been activated in Puglia Open Days-Puglia Art Promotion (guided evening tours from 1 July to 30 September) and the cycling route “Riding the sea and history”.

Visione 360°
Schede Tecniche
Beni Culturali
Geolocalizzazione
Scheda Riepilogativa
Video